NO F 35


Perchè bisogna dire NO al cacciabombardiere F-35 Joint Strike Fighter
Anche se il Governo tiene bloccata da tempo (almeno dalla fine 2009) la decisione definitiva, l’Italia a breve potrebbe perfezionare l’acquisto dei cacciabombardieri d’attacco Joint Strike Fighter F-35. Il nuovo annuncio del Ministro Di Paola di riduzione a 90 esemplari non significa nulla: nessun contratto è ancora stato firmato e possiamo quindi fermare completamente questo acquisto (anche perchè la proposta rimodulazione della Difesa deve passare per una discussione parlamentare)

Quello del caccia F-35 è un programma che ad oggi ci è costato già 2,7 miliardi di euro ne costerà — in caso di acquisto di 131 aerei — almeno altri 15 solo per l’acquisto dei velivoli, che potrebbero scendere a 10 miliardi con una riduzione a 90 (il prezzo unitario si alzerà, secondo l’azienda produttrice Lockheed Martin). Complessivamente arriveremo arrivando ad un impatto tra i 15 e i 20 miliardi nei prossimi anni. Senza contare il mantenimento successivo di tali velivoli.
Siamo quindi in gioco, come partner privilegiato, nel più grande progetto aeronautico militare della storia, costellato di problemi, sprechi e budget sempre in crescita, mentre diversi altri paesi partecipanti — tra cui Gran Bretagna, Norvegia, Olanda, Danimarca e gli stessi Stati Uniti capofila! — hanno sollevato dubbi e rivisto la propria partecipazione. In questo periodo di crisi e di mancanza di risorse per tutti i settori della nostra società, diviene perciò importante effettuare pressione sul Governo italiano affinché decida di rivedere la propria intenzione verso l’acquisto degli F-35, scegliendo altre strade più necessarie ed efficaci sia nell’utilizzo dei fondi (verso investimenti sociali) sia nella costruzione di un nuovo modello di difesa. L’esempio del programma Joint Strike Fighter deve quindi servire come emblema degli alti sprechi legati alle spese militari e della necessità di un forte taglio delle stesse verso nuovi investimenti più giusti, sensati, produttivi.

Per questo noi diciamo:

NO allo spreco di risorse per aerei da guerra sovradimensionati e contrari allo spirito della nostra Costituzione
SI all’utilizzo di questi ingenti risorse per le necessità vere del paese: rilancio dell’economia, ricostruzione dei luoghi colpiti da disastri naturali, sostegno all’occupazione

NO alla partecipazione ad un programma fallimentare anche nell’efficienza: il costo per velivolo è già passato (prima della produzione definitiva) da 80 milioni di dollari a 130 milioni di dollari (dati medi sulle tre tipologie)
SI all’investimento delle stesse risorse per nuove scuole, nuovi asili, un sostegno vero all’occupazione, l’investimento per la ricerca e l’Università, il miglioramento delle condizioni di cura sanitaria nel nostro Paese

NO al programmi militari pluriennali e mastodontici, pensati per contesti diversi (in questo caso la guerra fredda) ed incapaci garantire Pace e sicurezza
SI all’utilizzo delle risorse umane del nostro Governo e delle nostre Forze Armate non per il vantaggio commerciale dell’industria bellica, ma per la costruzione di vera sicurezza per l’Italia

NO al soggiacere delle scelte politiche agli interessi economici particolari dell’industria a produzione militare e dei vantaggi che essa crea per pochi strati di privilegiati
SI al ripensamento della nostra difesa nazionale come strumento a servizio di tutta la società e non come sacca di privilegi e potere

Реклама

il vincitore di Sanremo Giovani arriva a Torino


8 Gallery — Lingotto
ALESSANDRO CASILLO
il vincitore di Sanremo Giovani arriva a Torino
venerdì 2 marzo 2012
alle ore 17,00 ad ingresso gratuito

Carnevale Piemonte Torino 2012 Foto e Video.


Carnevale Torino 26 febbraio 2012

Filmare matrimonio, battesimo, l'altri eventi a Piemonte

Tutto foto e video

Guardare altri foto di Carnevale Torino

Scout Piemonte. Flash Mob a Torino 25 febbraio 2012


el punto di ritrovo a te assegnato (guarda video)
Un FLASH MOB scout per dire al mondo che:

LA VITA E’ RENDERSI UTILI CON COMPETENZA!

— Presentati in uniforme scout NON VISIBILE il 25 febbraio 2012 alle ore 16:00 nel punto di ritrovo assegnato al tuo gruppo sulla mappa (vedi video).
— Alle 16:30 un fischio in ogni punto di ritrovo darà il via al Flash Mob.
— Dovrai quindi scoprire l’uniforme e correre verso le FONTANE di PIAZZA CASTELLO di fronte a PALAZZO MADAMA.
— Arrivato in Piazza dovrai sederti ordinatamente attorno ai CHITARRISTI per cantare tutti insieme SCOUTING FOR BOYS.
— Il Flash Mob si concluderà dopo pochi minuti con un VOGA che partità dai CHITARRISTI e si ESTENDERA’ IN TUTTA LA PIAZZA.

— Per questione di ordine pubblico, EVITA ZAINI E BORSE!
— I gruppi Scout che partecipano sono invitati a portare con sé un telo sul quale avranno già lasciato le proprie impronte colorate delle mani e il nome del gruppo su un lato (vedi video sotto)

Filmare matrimonio, battesimo, l'altri eventi a Piemonte

Tutto foto e video

 

Alba Parietti presentazione libro.


http://www.newseventsturin.net/alba-parietti-presenta-libro-da-qui-non-se-ne-va-nessuno/

Alba Parretti è diventata scrittrice. È da ieri in libreria “Da qui non se ne va nessuno” (Monda­dori), l’autobiografia fami­gliare della show girl torinese.

Nel libro si rievocano i ricordi di una vita, quelli drammatici, la mamma morente all’ospedale Molinette di Torino, quelli affettuosi, la famiglia materna, colta e raffinata, in stretto rapporto con i Savoia, nonostante le intemerate di zio Angelo, causate dalla sua passione per il travestitismo e dalla sua mito­mania.

E poi c’è la famiglia paterna – il fiore all’occhiello di Alba che quando può la rievoca con fierezza – contadina, comu­nista, antifascista.

Il nonno Antonio che non si toglie il cappello davanti a Musso­lini impedisce al futuro pa­dre di Alba di indossare la divisa da Balilla.E infine c’è lei, Alba, che sin da piccola con­vive con gli sbalzi d’umo­re della mamma affetta da bipolarismo.

La piccina cresce e si fa strada, nel 1976 debutta nell’emittente televisiva subalpina Grp, qualche anno più tardi arriva il successo a Telemontecarlo. Di personaggi famosi Alba ne ha conosciuti tanti nella sua avventurosa vita: Gianni Agnelli, Jac­ques Chirac, Kevin Cost­ner, Jack Nicholson, Gianni Versace, Vasco Rossi, Julio Iglesias, Roman Polanski.

E di amori ne ha avuti ancora di più: Fran­co Oppini (dal quale ha avuto un figlio), il filosofo Stefano Bonaga, l’attore Christopher Lambert, il fi­nanziere Jody Vender. La Parietti racconta tutto questo nel suo libro. Per Lei si tratta della prima prova letteraria.
sfilate.it

Filmare matrimonio, battesimo, l'altri eventi a Piemonte

Tutto foto e video

Fiera dei Vini 2012 a Torino


Tradizionale Fiera dei vini e il classico Luna Park a parco Pellerina Carnevale 2012 Torino, meta di giovani, e non solo

Alba Parietti presenta «Da qui non se ne va nessuno» -Il nuovo libro


http://www.newseventsturin.net/alba-parietti-presenta-libro-da-qui-non-se-ne-va-nessuno/

Barbara Castellani Intervista Alba Parietti a Torino.
«Da qui non se ne va nessuno» -Il nuovo libro di Alba Parietti presentato di persona presso la fondazione Re Rebaudengo a Torino il 23 febbraio .2012 alle ore 18.30.

Alba Parietti

presenta «Da qui non se ne va nessuno»

Giovedì 23 febbraio, alle ore 18.30, all’auditorium della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Via Modane 16 Torino), Alba Parietti presenta il suo romanzo «Da qui non se ne va nessuno» (Mondadori).
Barbara Castellani Intervista Alba Antonella Parietti

Alba Parietti

 

Filmare matrimonio, battesimo, l'altri eventi a Piemonte

Tutto foto e video