Vigili del fuoco in festa per Santa Barbara a Torino 2011


 

Vigili del fuoco in festa per Santa Barbara a Torino 2011
3 dicembre dalle 8 alle 17 in piazza Castello
3 dicembre flash mob

 

Filmare matrimonio, battesimo, l'altri eventi a Piemonte

Tutto foto e video

Реклама

TORINO — 10 DICEMBRE 2011 — GIORNATA MONDIALE DEI DIRITTI UMANI


  • 10 dicembre 2011
  •  15:30 — 18:30 piazza castello torino

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL’UOMO

La presente Dichiarazione Universale dei Diritti Dell’Uomo come ideale da raggiungersi da tutti i popoli e da tutte le Nazioni, al fine che ogni individuo e ogni organo della società, avendo costantemente presente questa Dichiarazione, si sforzi di promuovere, con l’insegnamento e l’educazione, il rispetto di questi diritti e di queste libertà e di garantirne, mediante misure progressive di carattere nazionale e internazionale, l’universale ed effettivo riconoscimento e rispetto tanto fra popoli degli stessi Stati membri, quanto fra quelli dei territori sottoposti alla loro giurisdizione.

Articolo 1
Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.

Articolo 2
1. Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciati nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione.
2. Nessuna distinzione sarà inoltre stabilita sulla base dello statuto politico, giuridico o internazionale del Paese o del territorio cui una persona appartiene, sia che tale Paese o territorio sia indipendente, o sottoposto ad amministrazione fiduciaria o non autonomo, o soggetto a qualsiasi altra limitazione di sovranità.

Articolo 3
Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza della propria persona.

Articolo 4
Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o di servitù; La schiavitù e la tratta degli schiavi saranno proibite sotto qualsiasi forma.

Articolo 5
Nessun individuo potrà essere sottoposto a trattamento o punizioni crudeli, inumani o degradanti.

Articolo 6
Ogni individuo ha diritto, in ogni luogo, al riconoscimento della sua personalità giuridica.

Articolo 7
Tutti sono eguali dinanzi alla legge e hanno diritto, senza alcuna discriminazione, ad un’eguale tutela da parte della legge. Tutti hanno diritto ad un’eguale tutela contro ogni discriminazione che violi la presente Dichiarazione come contro qualsiasi incitamento a tale discriminazione.

Articolo 8
Ogni individuo ha diritto ad un’effettiva possibiltà di ricorso a competenti tribunali nazionali contro atti che violino i diritti fondamentali a lui riconosciuti dalla costituzione o dalla legge.

Articolo 9
Nessun individuo potrà essere arbitrariamente arrestato, detenuto o esiliato.

Articolo 10
Ogni individuo ha diritto, in posizione di piena uguaglianza, ad una equa e pubblica udienza davanti ad un tribunale indipendente e imparziale, al fine della determinazione dei suoi diritti e dei suoi doveri, nonchè della fondatezza di ogni accusa penale che gli venga rivolta.

Articolo 11
1. Ogni individuo accusato di reato è presunto innocente sino a che la sua colpevolezza non sia stata provata legalmente in un pubblico processo nel quale egli abbia avuto tutte le garanzie per la sua difesa.
2. Nessun individuo sarà condannato per un comportamento commissivo od omissivo che, al momento in cui sia stato perpetrato, non costituisse reato secondo il diritto interno o secondo il diritto internazionale. Non potrà del pari essere inflitta alcuna pena superiore a quella applicabile al momento in cui il reato sia stato commesso.

Articolo 12
Nessun individuo potrà essere sottoposto ad interferenze arbitrarie nella sua vita privata, nella sua famiglia, nella sua casa, nella sua corrispondenza, nè a lesioni del suo onore e della sua reputazione. Ogni individuo ha diritto ad essere tutelato dalla legge contro tali interferenze o lesioni.

Articolo 13
1. Ogni individuo ha diritto alla libertà di movimento e di residenza entro i confini di ogni Stato.
2. Ogni individuo ha diritto di lasciare qualsiasi Paese, incluso il proprio, e di ritornare nel proprio Paese.

Articolo 14
1. Ogni individuo ha diritto di cercare e di godere in altri Paesi asilo dalle persecuzioni.
2. Questo diritto non potrà essere invocato qualora l’individuo sia realmente ricercato per reati non politici o per azioni contrarie ai fini e ai principi delle Nazioni Unite.

Articolo 15
1. Ogni individuo ha diritto ad una cittadinanza.
2. Nessun individuo potrà essere arbitrariamente privato della sua cittadinanza, nè del diritto di mutare cittadinanza.

Articolo 16
1. Uomini e donne in età adatta hanno il diritto di sposarsi e di fondare una famiglia, senza alcuna limitazione di razza, cittadinanza o religione. Essi hanno eguali diritti riguardo al matrimonio, durante il matrimonio e all’atto del suo scioglimento.
2. Il matrimonio potrà essere concluso soltanto con il libero e pieno consenso dei futuri coniugi.
3. La famiglia è il nucleo naturale e fondamentale della società e ha diritto ad essere protetta dalla società e dallo Stato.

Articolo 17
1. Ogni individuo ha il diritto ad avere una proprietà privata sua personale o in comune con gli altri.
2. Nessun individuo potrà essere arbitrariamente privato della sua proprietà.

Articolo 18
Ogni individuo ha il diritto alla libertà di pensiero, coscienza e di religione; tale diritto include la libertà di cambiare religione o credo, e la libertà di manifestare, isolatamente o in comune, sia in pubblico che in privato, la propria religione o il proprio credo nell’insegnamento, nelle pratiche, nel culto e nell’osservanza dei riti.

Articolo 19
Ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere.

Articolo 20
1. Ogni individuo ha il diritto alla libertà di riunione e di associazione pacifica.
2. Nessuno può essere costretto a far parte di un’associazione.

Articolo 21
1. Ogni individuo ha diritto di partecipare al governo del proprio Paese, sia direttamente, sia attraverso rappresentanti liberamente scelti.
2. Ogni individuo ha diritto di accedere in condizioni di eguaglianza ai pubblici impieghi del proprio Paese.
3. La volontà popolare è il fondamento dell’autorità del governo; tale volontà deve essere espressa attraverso periodiche e veritiere elezioni, effettuate a suffragio universale ed eguale, ed a voto segreto, o secondo una procedura equivalente di libera votazione.

Articolo 22
Ogni individuo in quanto membro della società, ha diritto alla sicurezza sociale nonchè alla realizzazione, attraverso lo sforzo nazionale e la cooperazione internazionale ed in rapporto con l’organizzazione e le risorse di ogni Stato, dei diritti economici, sociali e culturali indispensabili alla sua dignità ed al libero sviluppo della sua personalità.

Articolo 23
1. Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta dell’impiego, a giuste e soddisfacenti condizioni di lavoro ed alla protezione contro la disoccupazione.
2. Ogni individuo, senza discriminazione, ha diritto ad eguale retribuzione per eguale lavoro.
3. Ogni individuo che lavora ha diritto ad una remunerazione equa e soddisfacente che assicuri a lui stesso e alla sua famiglia un’esistenza conforme alla dignità umana ed integrata, se necessario, ad altri mezzi di protezione sociale.
4. Ogni individuo ha il diritto di fondare dei sindacati e di aderirvi per la difesa dei propri interessi.

Articolo 24
Ogni individuo ha il diritto al riposo ed allo svago, comprendendo in ciò una ragionevole limitazione delle ore di lavoro e ferie periodiche retribuite.

Articolo 25
1. Ogni individuo ha il diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia, con particolare riguardo all’alimentazione, al vestiario, all’abitazione, e alle cure mediche e ai servizi sociali necessari, ed ha diritto alla sicurezza in caso di disoccupazione, malattia, invalidità vedovanza, vecchiaia o in ogni altro caso di perdita dei mezzi di sussistenza per circostanze indipendenti dalla sua volontà.
2. La maternità e l’infanzia hanno diritto a speciali cure ed assistenza. Tutti i bambini, nati nel matrimonio o fuori di esso, devono godere della stessa protezione sociale.

Articolo 26
1. Ogni individuo ha diritto all’istruzione. L’istruzione deve essere gratuita almeno per quanto riguarda le classi elementari e fondamentali. L’istruzione elementare deve essere obbligatoria.
L’istruzione tecnica e professionale deve essere messa alla portata di tutti e l’istruzione superiore deve essere egualmente accessibile a tutti sulla base del merito.
2. L’istruzione deve essere indirizzata al pieno sviluppo della personalità umana ed al rafforzamento del rispetto dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali. Essa deve promuovere la comprensione, la tolleranza, l’amicizia fra tutte le Nazioni, i gruppi razziali e religiosi, e deve favorire l’opera delle Nazioni Unite per il mantenimento della pace.
3. I genitori hanno diritto di priorità nella scelta di istruzione da impartire ai loro figli.

Articolo 27
1. Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico ed ai suoi benefici.
2. Ogni individuo ha diritto alla protezione degli interessi morali e materiali derivanti da ogni produzione scientifica, letteraria e artistica di cui egli sia autore.

Articolo 28
Ogni individuo ha diritto ad un ordine sociale e internazionale nel quale i diritti e la libertà enunciati in questa Dichiarazione possano essere pienamente realizzati.

Articolo 29
1. Ogni individuo ha dei doveri verso la comunità, nella quale soltanto è possibile il libero e pieno sviluppo della sua personalità.
2. Nell’esercizio dei suoi diritti e delle sue libertà, ognuno deve essere sottoposto soltanto a quelle limitazioni che sono stabilite dalla legge per assicurare il riconoscimento e il rispetto dei diritti e della libertà degli altri e per soddisfare le giuste esigenze della morale, dell’ordine pubblico e del benessere generale in una società democratica.
3. Questi diritti e queste libertà non possono in nessun caso essere esercitati in contrasto con i fini e i principi delle Nazioni Unite.

Articolo 30
Nulla nella presente Dichiarazione può essere interpretato nel senso di implicare un diritto di qualsiasi Stato gruppo o persona di esercitare un’attività o di compiere un atto mirante alla distruzione dei diritti e delle libertà in essa enunciati.

http://www.facebook.com/events/161918060572832/

News&Events Turn: Manifestazione dei rifugiati a Torino 16 novembre 2011 Foto Video


http://www.newseventsturin.net/?s=rifugiati

Manifestazione dei rifugiati a Torino SIAMO PERSONE CHE IN QUESTI MESI SONO ARRIVATE DALLA LIBIA,PER FUGGIRE DALLA GUERRA, PER CERCARE UNA VITA MIGLIORE. QUA TROVIAMO SOLO LA VITA POCO DIGNITOSA E LE INGIUSTIZIE DEI CENTRI DI ACCOGLIENZA E RIMANIAMO IN ATTESA PER MOLTO TEMPO SENZA POTER LAVORARE E MUOVERCI. DOPO MESI DI ATTESA NON ABBIAMO NEANCHE IL PERMESSO DI SOGGIORNO CHE CI SPETTA DI DIRITTO. CHIEDIAMO A TUTTE LE PERSONE SOLIDALI DI UNIRSI PERCHE’ QUESTA E’UNA LOTTA PER TUTTI, PER LA DIGNITA’, PERCHE’ SIAMO TUTTI ESSERI UMANI. PER QUESTO SAREMO IN PIAZZA,UNITI E ORGANIZZATI PER PERMESSO DI SOGGIORNO UMANITARIO PER TUTTI ACCOGLIENZA IMMEDIATA DELLE PERSONE ESPULSE DAI CENTRI DI ACCOGLIENZA EMISSIONE REGOLARE DELLA DIARIA E DEI BIGLIETTI DELL’ AUTOBUS MANIFESTAZIONE A TORINO MERCOLEDI’ 16 NOVEMBRE ORE 15 PORTA PALAZZO

Filmare matrimonio, battesimo, l'altri eventi a Piemonte

Tutto foto e video

——

Per essere aggiornato sul tutti notizie e eventi Torino visitate portale Notizie Eventi Torino la rubrica«Eventi di mese a Torino»

Фото, видеосъемка, организация свадеб и других событий

Видеосъемка свадеба в ИталииГид в Турине и Пьемонте

Maratona di Torino / 25th Turin Marathon 2011


Maratona di Torino / 25th Turin Marathon 2011

Filmare matrimonio, battesimo, l'altri eventi a Piemonte

Tutto foto e video

Maratona di Torino / 25th Turin Marathon 2011 13 novembre
Piazza San Carlo Torino 13.11.2011
Vince Abdelaziz Ennaji El Idrissi, fra le donne Yuliya Ruban. I titoli tricolore sono andati a Giovanni Gualdi e Martina Celi laureatisi Campioni Italiani 2011 di maratona.
Un’edizione da record. Oltre 25.000 podisti si sono dati appuntamento questa mattina a Torino per vivere una giornata all’insegna dello sport e del divertimento, in un clima suggestivo e non troppo freddo, ideale per correre. Erano infatti oltre 3200 i partecipanti alla Turin Marathon Gran Premio La Stampa, oltre 10.000 quelli alla Stratorino e molte migliaia alla Junior Marathon, la corsa destinata a bambini, ragazzi e loro famiglie. 

Dopo il tradizionale Inno di Mameli, cantato da Arianna Bergamaschi, testimonial Disney per l’Italia, il Presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota ha dato il via ufficiale alla venticinquesima edizione della Maratona di Torino che conclude idealmente le celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Ad aggiudicarsi la gara è stato Abdelaziz El Idrissi, autore di un’ottima performance e di una seconda parte davvero eccezionale. Il marocchino ha chiuso in 2h08’13» realizzando il suo personal best e il secondo miglior tempo di sempre nella storia della maratona di Torino. Secondo classificato il keniano William Chebor davanti all’etiope Bacha Megersa, entrambi staccati al 40° km e rispettivamente al traguardo in 2h08’21» e 2h08’55». 

In campo femminile la vittoria è andata all’ucraina Yuliya Ruban che ha svolto una gara in solitaria dal 5° km e ha chiuso con il tempo di 2h27’10». Seconda classificata la lituana Rasa Drazdauskaite (2h29’47»), terza la russa Silvia Skvortsova in 2h30’09».

I titoli tricolore sono andati a Giovanni Gualdi e Martina Celi laureatisi oggi a Torino Campioni Italiani 2011 di maratona. L’atleta delle Fiamme Gialle ha conquistato il primo titolo assoluto della carriera chiudendo in 2h14’01» davanti a Francesco Bona (2h15’31») e a Migidio Bourifa, campione italiano uscente, che ha concluso la prova in 2h15’49» dopo essere stato raggiunto negli ultimi chilometri proprio da Gualdi. Fra le donne, la medaglia d’oro del Campionato Italiano è andata a Martina Celi (2h36’11»), l’argento a Ornella Ferrara in 2h36’52» e sul terzo gradino del podio è salita l’esordiente Martina Facciani (2h37’15»). Oltre alla maratona questa mattina si sono corse la Stratorino e la Junior Marathon. 

Più di 10 mila podisti hanno partecipato alla Stratorino, la stracittadina di 7,5 km che ha visto al via anche Roberto Cota, Presidente della Regione Piemonte, Michele Coppola, Assessore Regionale alla Cultura, Stefano Gallo, Assessore allo Sport della Città di Torino e l’ex Sindaco Sergio Chiamparino. Un tracciato che quest’anno è stato caratterizzato dalla musica che ha fatto vivere a tutti i partecipanti un momento di grande intensità emotiva. 

Successo di partecipazione anche per Junior Marathon, la corsa dei bambini con le loro famiglie, che anche quest’anno ha registrato migliaia di adesioni.

Torino, teatro di questa magnifica giornata, sia dal punto di vista agonistico sia da quello dello spettacolo, si conferma ancora una volta capitale dello sport e della cultura. 

Appuntamento per la ventiseiesima edizione dalla Turin Marathon Gran Premio La Stampa al 18 novembre 2012.

Ghost Bikes Bici fantasmaTorino 2011. Pedala per Giacomo.


Filmare matrimonio, battesimo, l'altri eventi a Piemonte

Tutto foto e video

10 Novembre 2011 .  Piazza Statuto Torino, via Cebraio

 
5 Novembre a Milano è morto un ciclista, Giacomo un RAGAZZO DI 12 ANNI, la portiera di un automobile in sosta vietata lo ha sbattuto in mezzo alla strada e in quel momento un tram che sopraggiungeva lo ha travolto dandogli il colpo di grazia.

I giornali parlano di fatalità ma noi sappiamo che il destino e le fatalità sono solo delle scuse, la responsabilità è della: mancanza di educazione stradale, distrazione e prepotenza, tre caratteristiche comuni all’automobilitsta medio che frequenta le nostre città. Sappiamo anche che ogni anno muoiono sulle strade italiane troppi pedoni e ciclisti e siamo saturi di queste notizie.

Come dimostra l’incidente di sabato scorso chi parcheggia in seconda fila, spesso ignorandolo, crea un pericolo per i ciclisti e per i pedoni.


Participanti hanno pedalato da Piazza Statuto lungo Via Cibrario creando un CORTEO DI CICLISTI per ricordare quel ragazzo di nome Giacomo sperando che la sua morte non sia dimenticata da un giorno all’altro. In una fermata di bus hanno fermato per posteggiare una BICI COMPLETAMENTE BIANCA che secondo la tradizione diffusa un pò in tutto il mondo rappresenta i ciclisti vittime del traffico (all’estero le chiamano GOST BIKES). Via Cibrario ospita la sede tranviaria e ogni giorno centinaia di macchine sostano in doppia fila mettendo a rischio l’incolumità di pedoni e ciclisti. Numerosi cittadini hanno segnalato il problema alle autorità che però sembrano essere disinteressate a risolvere il problema.

Fatto una MASSA CRITICA per Giacomo

——

Per essere aggiornato sul tutti notizie e eventi Torino visitate la rubrica«Eventi di mese a Torino»

Фото, видеосъемка, организация свадеб и других событий

Видеосъемка свадеба в ИталииГид в Турине и Пьемонте

Maltempo Torino Piemonte, alluvione, la piena del fiume Po.


 

Maltempo Torino Piemonte, alluvione, la piena del fiume Po 2011

6 novembre

Filmare matrimonio, battesimo, l'altri eventi a Piemonte

Tutto foto e video

——

Per essere aggiornato sul tutti notizie e eventi Torino visitate la rubrica«Eventi di mese a Torino»

Фото, видеосъемка, организация свадеб и других событий

Видеосъемка свадеба в ИталииГид в Турине и Пьемонте

Festa Indiana delle luci. Danza Diwali. Torino 2011


——

Per essere aggiornato sul tutti notizie e eventi Torino visitate la rubrica«Eventi di mese a Torino»

Фото, видеосъемка, организация свадеб и других событий

Видеосъемка свадеба в ИталииГид в Турине и Пьемонте